100 Pennsylvania Avenue

Poi erano ideali alla cogliona fatti coi miti del ’63,
i due Giovanni e pace un po’ alla buona, Ramblas di Barcellona,
la prima crisi dura dentro in me…

Io credo che sappiamo che è diverso se le cose son state poi più avare,
le accetti, tiri avanti e non hai perso se sono differenti dal sognare
perchè non è uno scherzo sapere continuare.

Altri testi su: http://www.angolotesti.it/F/testi_canzoni_francesco_guccini_1655/testo_canzone_100,_pennsylvania_ave_42623.html
Tutto su Francesco Guccini: http://www.musictory.it/musica/Francesco+Guccini

Un pensiero su “100 Pennsylvania Avenue

  1. “Faut-il partir? rester? Si tu peux rester, reste;
    Pars, s’il le faut.” (Baudelaire “Le voyage”)

    E ci si adatta all’una o all’altra soluzione. Le nostalgie sono inevitabili e rispettabili, ma del tutto inutili: ci si convive per quella mezz’ora che serve come forma di rispetto di se stessi, poi si continua.

    La lezione dell’emigrazione è: “avanti e zitto”. Il prossimo ha poca compassione da darti (e già ne ha poca per se stesso), quindi te la devi dare da solo.
    Andrea Malaguti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.